A decorrere dal 1° gennaio 1980 l'imposta sui cani è applicata in base alla seguente tariffa: L. 25.000 per i cani appartenenti alla 1ª categoria; L. 8.000 per quelli appartenenti alla 2ª categoria; L. 3.000 per quelli appartenenti alla 3ª categoria. e società collegate. 31, comma 2, lettera a); 2) compensi per la produttività collettiva e per il miglioramento dei servizi di cui all'art. Valentino Cidda) In caso di impedimenti al pagamento dei trasferimenti agli enti locali, notificati prima dell'emissione del mandato, il Ministero dell'interno trattiene a disposizione di giustizia l'importo pignorato, oltre agli accessori ed alle spese valutati dall'Avvocatura erariale, e ordina il pagamento della differenza all'ente. 63, lettera f), del regolamento approvato con regio decreto 10 marzo 1904, n. 108, per l'esecuzione della legge 29 marzo 1903, n. 103, l'ammontare degli interessi che le centrali del latte sono tenute a corrispondere ai comuni sul capitale permanente ad esse assegnato non potrà essere superiore a quello corrisposto per l'anno 1979. 2 marzo 1989, n. 66. Gli enti locali che non avranno inoltrato al competente organo di controllo, entro il 31 ottobre 1980, il piano generale di riorganizzazione, oltre a perdere da tale data la facoltà di assumere nuovo personale ai sensi dell'art. 5-bis del decreto-legge 10 novembre 1978, n. 702, come convertito nella legge 8 gennaio 1979, n. 3, i comuni, le province e i loro consorzi che nell'anno 1979 hanno deliberato l'assunzione in gestione diretta di servizi pubblici appaltati, sono autorizzati a procedere alle conseguenti assunzioni di personale, oltre limiti stabiliti dal presente decreto. Fermi restando le disposizioni ed i limiti di cui ai primi tre commi dell'art. Num. 5 del decreto-legge 10 novembre 1978, n. 702, come convertito in legge 8 gennaio 1979, n. 3, anche mediante stipula di apposita convenzione da sottoporre al solo esame del competente organo regionale di controllo. Diffida dei Sindacati Scuola . 16 della L. 23 dicembre 1994, n. 724 e così ulteriormente sostituito dall'art. L'anzidetto decreto ha altresi' stabilito, all'art. [7]  Comma inserito dall'art. 3. - Indennità Integrativa Speciale Esprimo consenso esplicito, libero ed informato al trattamento dei dati personali per attività di marketing diretto, offerte commerciali relative ai prodotti e/o servizi di Grafiche E. Gaspari s.r.l. Con decreto del Ministro del tesoro, sentite l'ANCI e l'UPI, saranno determinate le modalità di funzionamento ed ogni altra condizione relativa alle contabilità speciali previste dal precedente primo comma. § 27.6.133 - D.L. Tale facoltà è sottoposta alla condizione che l'azienda mantenga in pareggio il proprio bilancio o, se in disavanzo, che questo sia contenuto nei limiti di cui al successivo art. 58 della legge regionale 19 settembre 1963, n. 28. Fino all'emanazione della legge concernente la nuova disciplina dello smaltimento dei rifiuti solidi, i comuni sono tenuti ad adottare, per l'anno 1980, provvedimenti i quali tendano a realizzare l'equilibrio tra gettito complessivo della tassa per la raccolta ed il trasporto dei rifiuti solidi urbani interni e costo del relativo servizio. 60, comma 2, lettera d) del medesimo contratto, nella … Il termine perentorio per la richiesta alla Cassa depositi e prestiti, da parte dei comuni e delle province, dei mutui di cui all'art. Per quanto attiene all'indennità di comparto si precisa che, con l'art. ): indennità istituita al fine di adeguare le retribuzioni al costo della vita, viene calcolata in misura diversa per le differenti Aree/posizioni economiche e viene corrisposta per tredici mensilità. Tale deroga si applica anche alle province di Udine e Pordenone. Per il 1980 l'ammontare dell'erogazione continua ad essere pari a quella spettante per l'anno precedente, aumentata del 10 per cento. 12.507.588 6.459,63 5 Doc. E' consentito derogare da tali limiti esclusivamente per i posti eventualmente previsti nel piano per l'attivazione di nuove opere [6] . II grado Gli enti locali non possono assumere mutui relativamente alle materie previste dall'art. Sulla quota dell'indennità integrativa speciale di cui all'art. [10]  Comma aggiunto dall'art. [24]  Comma aggiunto dalla legge di conversione. Per le aziende appartenenti alle categorie individuate ai sensi dell'ultimo comma dell'art. Le modalità per la costituzione del deposito, per la estinzione del titolo di spesa e per l'esecuzione del giudicato saranno determinate con decreto del Ministro del tesoro. Salvo quanto disposto dall'art. La contrattazione decentrata integrativa deve decidere sulla misura del taglio da effettuare alla indennità di specifiche responsabilità in caso di assenza dal servizio. 28 febbraio 1981, n. 38. Per i dipendenti che cessino dal servizio prima dell'integrale recupero del contributo, la residua somma è trattenuta in sede di pagamento dell'indennità di buonuscita. 15, resta subordinata all'inoltro della certificazione di cui al precedente comma. RETRIBUZIONE ACCESSORIA. l’indennità premio di servizio, corrisposta ai lavoratori del comparto enti locali e sanità; l’indennità di anzianit à, erogata nei confronti dei lavoratori del cd. I comitati regionali di controllo quando ritengono che i provvedimenti adottati dagli enti locali non siano conformi a quanto disposto dagli accordi triennali approvati a norma di legge invitano gli enti medesimi a riesaminare le loro deliberazioni, ove il rilievo riguardi il merito, o provvedono ad annullarle se il rilievo riguarda la legittimità. La relativa spesa è posta a totale carico dello Stato". [19]  Comma così modificato dalla legge di conversione. Il conguaglio dei versamenti del contributo dovuto all'Istituto nazionale di previdenza per i dipendenti dell'amministrazione pubblica - Gestione ENPAS, dal 1° dicembre 1994 sarà effettuato nel mese di gennaio 1995. [20]  La Corte costituzionale, con sentenza 23 febbraio 1994, n. 49, ha dichiarato la illegittimità del presente comma. Stipendio mensile e indennità integrativa speciale. indennità integrativa speciale. 5 del decreto-legge 10 novembre 1978, n. 702, come convertito in legge 8 gennaio 1979, n. 3, elevato degli incrementi consentiti dal medesimo art. La commissione centrale per la finanza locale deve provvedere all'esame delle deliberazioni entro novanta giorni dal ricevimento. Gli enti anzidetti hanno l'obbligo di garantire, sul piano nazionale, adeguate forme di pubblicità relative alle adesioni e ai loro bilanci annuali. 1. 31 del D.L. [25]  Comma già modificato dalla legge di conversione, dall'art. L'importo di tale fondo non potrà, nel suo complesso, superare la spesa sostenuta nell'anno 1979 per analoghi tipi di prestazioni, incrementato del 25 per cento. da MARISA CRESPI » 20/04/2015, 8:59 . Sulla quota dell’indennità integrativa speciale di cui all’articolo 1 è dovuto, a decorrere dal 1° dicembre 1984, il contributo previdenziale obbligatorio a carico del personale iscritto alle gestioni previdenziali. Le amministrazioni competenti dovranno versare alle rispettive gestioni previdenziali il contributo, nella misura percentuale attualmente prevista, a decorrere dal 1° dicembre 1994. 10-bis, secondo comma, del decreto-legge 29 dicembre 1977, n. 946, convertito, con modificazioni, nella legge 27 febbraio 1978, n. 43. 5 del decreto-legge 17 gennaio 1977, n. 2, convertito nella legge 17 marzo 1977, n. 62 e all'art. 2 della legge 4 luglio 1967, n. 537, è estesa alle aziende speciali per la produzione e la distribuzione dell'energia elettrica ed ai consorzi di comuni e province per la produzione e la distribuzione dell'acqua, del gas e dell'energia elettrica gestite in economia. 5, quarto comma, del decreto-legge 10 novembre 1978, n. 702, come convertito in legge 8 gennaio 1979, n. 3, il personale non di ruolo nei soli posti di pari qualifica o livello vacanti purché anche preesistenti all'adozione del piano di riorganizzazione. L'applicazione della presente legge ai dipendenti già cessati dal servizio avviene a domanda, che deve essere presentata all'ente erogatore su apposito modello nel termine perentorio del 30 settembre 1994, 3. Ho sentito dire che d’ora e in poi l’Inps mi riconoscerà la 13ª sulla pensione. 2, comma 1, per la riliquidazione delle indennità di buonuscita prevista dall'art. Le aziende speciali di trasporto degli enti locali qualora non riescano a sostenere gli oneri derivanti per gli anni 1979 e precedenti dall'applicazione dei contratti collettivi nazionali di lavoro degli autoferrotramvieri nell'ambito dei loro bilanci relativi agli esercizi 1979 e 1980 sono autorizzate a superare il limite di cui al primo comma del presente articolo per un importo non superiore ai detti oneri. 1. L'onere complessivo derivante dall'attuazione della presente legge è valutato in lire 50 miliardi per l'anno 1994, in lire 1.400 miliardi per l'anno 1995, in lire 1.900 miliardi per l'anno 1996, in lire 1.090 miliardi per l'anno 1997, in lire 2.020 miliardi per l'anno 1998, in lire 2.500 miliardi per l'anno 1999, in lire 2.180 miliardi per l'anno 2000, in lire 890 miliardi a decorrere dall'anno 2001, decreto legislativo 3 febbraio 1993, n. 29. La Cassa depositi e prestiti è autorizzata a partecipare al fondo di dotazione dell'Istituto per il credito sportivo, istituito con legge 24 dicembre 1957, n. 1295, e successive modificazioni, per una quota non superiore al 40 per cento del fondo stesso. [4] Comma già sostituito dall'art. I più letti. e compete esclusivamente se viene corrisposto uno stipendio! Nella previsione di maggiori spese per l'anno 1980, relative alla erogazione della indennità integrativa speciale o equipollente spettante al personale di ruolo e non di ruolo, gli enti locali e le loro aziende non potranno computare un importo superiore a quello corrispondente a 30 punti di contingenza. 30, sesto comma, e fermo restando il disposto dell'art. 8 del richiamato decreto del Presidente della Repubblica n. 638, e per le province autonome di Trento e Bolzano in conformità con quanto disposto dall'art. Per quanto non diversamente disciplinato dal presente decreto rimangono in vigore le norme contenute negli articoli 4 e 5 del decreto-legge 10 novembre 1978, n. 702, come convertito nella legge 8 gennaio 1979, n. 3. [5]  Comma così modificato dalla legge di conversione. 31, comma 2, lettera a); 2) compensi per la produttività collettiva e per il miglioramento dei servizi di cui all'art. Nei comuni e nelle province in cui non siano adottate le prescritte deliberazioni si applicano le tariffe massime secondo le disposizioni del precedente comma del presente articolo. Sì, è vero, ed occorre presentare domanda all’Inps. 25. 3, saranno rimborsate dallo Stato con inizio dall'anno 1995, sulla base delle effettive prestazioni erogate ai dipendenti dello Stato e delle altre amministrazioni interessate. 36-sexies del D.L. L'indennità di vacanza contrattuale 6.2.1.4. La presente legge entra in vigore il giorno successivo a quello della pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana. Il termine di cui all'art. Per il finanziamento di tali maggiori oneri gli enti locali sono autorizzati a contrarre mutui presso gli istituti già designati con decreto ministeriale emanato ai sensi dell'art. 27 del D.L. Alle regioni a statuto ordinario ed alle aziende autonome di soggiorno, cura e turismo istituite nel quinquennio 1974-1978, sono attribuite dall'Amministrazione finanziaria, per l'anno 1980, somme di importo pari a quelle spettanti per l'anno 1979 ai sensi dell'art. Per completezza, va rilevato che analogo principio è stato affermato con riferimento all'indennità premio di servizio per i dipendenti di enti locali: Cass., S.U. 4. La progressione orizzontale, il livello economico differenziale (LED) 6.2.1.5. A tal fine i comuni e le province sono tenuti a far pervenire entro dieci giorni dall'entrata in vigore del presente decreto apposita segnalazione al Ministero dell'interno a firma del sindaco o del presidente dell'amministrazione provinciale e del segretario comunale o provinciale. 1. 22 del D.L. Sono richieste diverse competenze, cioè diverse cose da tenere in conto. Cerca in «I.I.S. 2. Le somministrazioni di detti mutui devono essere destinate in via prioritaria alla regolarizzazione dei rapporti debitori fra enti locali derivanti da quote di concorso obbligatorio. Gli stanziamenti per interessi passivi iscritti nel bilancio di previsione per il 1980 degli enti locali dovranno tener conto esclusivamente: a) delle quote di interessi relative ai mutui in corso di ammortamento al 31 dicembre 1979; b) delle quote di interessi relative a mutui che entreranno in ammortamento nel corso dell'anno 1980 in virtù di contratti perfezionati prima del 31 dicembre 1979; c) degli interessi relativi alle anticipazioni di tesoreria calcolati con una esposizione per una durata non superiore a tre mesi. [18]  Comma così modificato dalla legge di conversione. Se gli enti locali verificano alla chiusura dell'esercizio finanziario 1980 che le aziende speciali di trasporto non hanno potuto contenere la perdita di gestione entro il limite di cui al comma precedente, possono far ricorso alla facoltà di cui al quinto comma qualora siano stati adottati successivamente al 1° gennaio 1980 o si adottino entro il 31 dicembre 1980 adeguati aumenti tariffari e semprechè la tariffa minima per i percorsi urbani non sia inferiore a lire duecento [13] . Le spese sostenute dalla Gestione ENPAS, dall'OPAFS e dall'Istituto postelegrafonici (IPOST), al netto delle somme trattenute e recuperate, ai sensi dell'art. è conglobata nello stipendio erogato al personale appartenente a tutti i comparti e tale conglobamento non modifica, qualora previsto in … L'apporto iniziale, sino ad un massimo di 2 miliardi di lire, verrà effettuato mediante prelevamento della somma dal fondo di riserva della gestione principale della Cassa depositi e prestiti esistente al 31 dicembre 1978. La misura sarà pari a tanti dodicesimi quanti sono gli anni di servizio al momento della cessazione del rapporto di lavoro. Il personale non di ruolo già in servizio presso l'ente alla data del 30 settembre 1978 o assunto mediante prova pubblica selettiva bandita entro la medesima data che non troverà immediata sistemazione in ruolo ai sensi del precedente comma sarà provvisoriamente collocato in posizione soprannumeraria con la medesima qualifica o livello già in possesso, salvo riassorbimento che dovrà essere operato prima di procedere alle nuove assunzioni consentite dal quarto comma del presente articolo. 15 del presente decreto, l'importo complessivo delle spese correnti per l'anno finanziario 1980, determinato con i criteri di cui al presente articolo, potrà essere ulteriormente incrementato fino all'ammontare di tali erogazioni suppletive. Indennità specifica per le Categorie A e B Importo di euro 5,38.= mensili per dodici mensilità per la cat. 31, comma 2, lettera e) e all'art. Le disposizioni relative alla trasmissione dei dati da parte dei comuni e delle province e dei rispettivi tesorieri, contenute nell'art. Fermo restando quanto previsto dal precedente quarto comma tutti i posti vacanti previsti dalle piante organiche a seguito di provvedimenti di riorganizzazione degli uffici e dei servizi sono prioritariamente riservati, mediante concorso interno, al personale di ruolo e non di ruolo in servizio al 30 settembre 1978. In attesa della omogeneizzazione dei trattamenti retributivi e pensionistici per i lavoratori dei vari comparti della pubblica amministrazione e per i lavoratori privati, conseguente all'applicazione del decreto legislativo 3 febbraio 1993, n. 29 e successive modificazioni, e ferma la disciplina del trattamento di fine servizio in essere per i dipendenti degli enti locali, l'indennità integrativa speciale, di cui alla legge 27 maggio 1959, n. 324 e successive modificazioni, viene computata, a decorrere dal 1° dicembre 1994, nella base di calcolo della indennità di buonuscita e di analoghi trattamenti di fine servizio determinati in applicazione delle norme già vigenti con riferimento allo stipendio ed agli altri elementi retributivi considerati utili: a) per i dipendenti degli enti di cui alla legge 20 marzo 1975, n. 70 e successive modificazioni, nella misura di una quota pari al 30 per cento dell'indennità integrativa speciale annua in godimento alla data della cessazione dal servizio con riferimento agli anni utili ai fini del calcolo dell'indennità di anzianità; b) per i dipendenti delle altre pubbliche amministrazioni, nonchè per gli iscritti all'Opera di previdenza e assistenza per i ferrovieri dello Stato (OPAFS), nella misura di una quota pari al 60 per cento dell'indennità integrativa speciale annua in godimento alla data della cessazione del servizio con riferimento agli anni utili ai fini del calcolo dell'indennità di buonuscita o analogo trattamento. I piani di riorganizzazione adottati a norma dell'art. Il relativo onere è assunto dallo Stato. L'importo di tali erogazioni è determinato sulla base di apposite certificazioni, firmate dal legale rappresentante dell'ente e dal segretario, le cui modalità sono stabilite con decreto del Ministro dell'interno, di concerto con il Ministro del tesoro, sentita l'Associazione nazionale comuni italiani (ANCI) e l'Unione delle province d'Italia (UPI). Qualora la Cassa non abbia risposto positivamente nel termine suddetto gli enti locali interessati potranno ricorrere ad altri istituti di credito. Il piano generale di riorganizzazione degli uffici e dei servizi che i comuni, le province, i consorzi e le relative aziende sono tenuti ad adottare ai sensi dell'art. Sentenza della Corte dei Conti sulle modalità di calcolo della reversibilità per coloro, che già pensionati, sono deceduti dopo l’1.1.1995 (a cura di Comm. decreto del Presidente della Repubblica 1° giugno 1979, n. 191, legge di conversione 8 gennaio 1979, n. 3, decreto del Presidente della Repubblica 24 luglio 1977, n. 616, decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 639, decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 638, decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 641, decreto del Presidente della Repubblica 19 giugno 1979, n. 421, decreto del Presidente della Repubblica 3 gennaio 1976, n. 17, decreto del Presidente della Repubblica 31 agosto 1972, n. 670, decreto del Presidente della Repubblica 15 maggio 1963, n. 858. 5 del succitato decreto-legge 10 novembre 1978, n. 702, come convertito nella legge 8 gennaio 1979, n. 3. È possibile prevedere in sede di contrattazione integrativa l’attribuzione dell’indennità per particolari responsabilità, ai sensi dell’art.17, comma 2, lett. Tra le spese di personale previste per l'esercizio 1980 è consentito agli enti locali di istituire un fondo per gli oneri relativi al personale, che sarà utilizzato per le prestazioni lavorative a carattere occasionale o saltuario (giornalieri), per compiti specifici limitati nel tempo (stagionali), per supplenze, nonché a quello che risulti incaricato con contratto di opera ai sensi dell'art. Art. 1. 1 - Fondo di istituto 2 - Retribuzione professionale docenti 3 - Indennità di direzione dei DSGA 4 - Indennità di amministrazione dei DSGA 5 - … La prestazione deve essere corrisposta entro il 1995 per coloro che siano cessati dal servizio dal 1° dicembre 1984 al 31 dicembre 1986; entro il 1996 per coloro che siano cessati dal servizio nel biennio 1° gennaio 1987-31 dicembre 1988; entro il 1998 per coloro che siano cessati dal servizio nel biennio 1° gennaio 1989-31 dicembre 1990; entro il 1999 per coloro che siano cessati dal servizio nel biennio 1° gennaio 1991-31 dicembre 1992 ed entro il 2000 per coloro che siano cessati dal servizio nel periodo dal 1° gennaio 1993 al 30 novembre 1994, 1. Il salario e la retribuzione di anzianità 6.2.1.3. I comuni debbono prevedere nelle partite di giro del bilancio le spese per le elezioni dei consigli provinciali, comunali e circoscrizionali del 1980, che a norma dell'art. CORTE DI CASSAZIONE Civile Ord. 54 del decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 639, nonché degli aumenti del costo del servizio verificatisi dopo la data di inizio della concessione. 30 della legge 5 agosto 1978, n. 468, si applicano a partire dal 1° gennaio 1981. I provvedimenti giudiziali non ancora passati in giudicato restano privi di effetto. I comuni e le province possono provvedere agli adempimenti di cui al presente articolo prima o contestualmente all'approvazione del conto consuntivo 1979. Il complesso delle spese correnti per l'anno finanziario 1980 dei comuni, delle province e dei loro consorzi - escluse quelle per il personale comunque considerate nei bilanci di previsione, quelle di cui ai precedenti articoli 16, 18 e 19 e quelle interamente coperte da corrispondente titolo di entrata derivante da finanziamenti regionali o statali con vincolo di destinazione - non potrà subire incrementi superiori al 18,65 per cento e, per gli enti del Mezzogiorno e i comuni del Centro-Nord classificati totalmente montani o parzialmente montani con popolazione fino a 20.000 abitanti, alla data del 31 dicembre 1978 secondo i dati pubblicati dall'ISTAT, al 20,75 per cento dell'ammontare previsto per il 1979, quale risulta dai bilanci di previsione esecutivi a norma di legge e dalle successive variazioni approvate dall'organo regionale di controllo. Per i comuni che beneficiano delle erogazioni statali suppletive di cui al terzo comma dell'art. Forum professionale per Responsabili dei servizi finanziari-tributi-personale per Revisori e Segretari degli enti locali . [4]  Comma così modificato dalla legge di conversione. Lav. Spetta solo ai lavoratori in servizio al 01/01/2003, quale differenziale per l’assorbimento dell’indennità integrativa speciale (IIS) nello stipendio tabellare (cat. Norme relative al computo dell'indennità integrativa speciale nella determinazione della buonuscita dei pubblici dipendenti. INDENNITA INTEGRATIVA SPECIALE. Questa forma di incentivazione può essere erogata solamente a seguito del formale conferimento di un incarico da parte dell'ente e, per esso, da parte del dirigente competente. 4 della legge 21 dicembre 1978, n. 843. 2, che l'indennita' integrativa speciale, … Le nuove assunzioni debbono essere precedute dall'adeguamento del piano economico finanziario di cui al quarto comma dell'art. Le somme dovute a titolo di prestazioni ai sensi della presente legge e quelle dovute per contributi a norma del presente articolo non danno luogo a corresponsione di interessi, nè a rivalutazione monetaria. Uniformandosi infatti al costante indirizzo della magistratura, con Circ.n.195 del 10 novembre scorso l’Inps ha dato disposizioni alle proprie… L'indennità speciale annua è un assegno accessorio erogato in favore degli invalidi di guerra e dei dipendenti pubblici invalidi per causa di servizio. La relativa deliberazione, corredata dal bilancio e dal certificato di cui al successivo art. [13]  Comma così sostituito dalla legge di conversione. 16 della L. 23 dicembre 1994, n. 724 e così ulteriormente sostituito dall'art. Le aziende autonome di soggiorno non possono procedere per l'anno 1980 ad assunzione di personale in misura superiore al numero dei dipendenti in servizio nell'anno 1976, fatta eccezione per il personale stagionale occorrente per fronteggiare insuperabili esigenze di gestioni speciali separate e di ampliamento di servizi istituzionali esistenti. La IIS come dal titolo nell'ultimo miglio della ricongiunzione ovvero del riscatto va inserita x 12 o x13 o solo quella dello stipendio mensile alla … 1 della L. 23 dicembre 1996, n. 662. 2. [18]. 28 febbraio 1981, n. 38 e così ulteriormente modificato dall'art. Il limite di impegno decennale di lire 1.000 milioni di cui al primo comma dell'art. Il presente decreto entra in vigore il giorno successivo a quello della sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana e sarà presentato alle Camere per la conversione in legge. CORTE DI CASSAZIONE - Ordinanza 21 luglio 2017, n. 18037 Lavoro - Ex dipendenti dell'Ente Ferrovie dello Stato - Corresponsione dell'indennità integrativa speciale - Quantificazione dell'assegno ad personam Rilevato Che con sentenza depositata il 22.7.2012, Con decreto del Ministro dell'interno, sentita l'Associazione nazionale comuni d'Italia (ANCI) e l'Unione province d'Italia (UPI), sarà fissato l'importo lordo delle medaglie di presenza spettanti al presidente ed ai componenti della commissione centrale finanza locale e delle relative sottocommissioni, per la partecipazione alle riunioni, il cui ammontare non potrà comunque essere superiore a quello corrisposto ai componenti dei comitati regionali di controllo. 22 del D.L. Locali: * * commi 1-3-4-5 * * * comma 2 * * AREA DIRIGENZIALE Retribuzione RetribuZione F ensionabile contributiva Enti locali UU.SS.LL. In caso di impedimenti notificati alla sezione di tesoreria provinciale dello Stato, questa accantona in un deposito intestato al nome dell'ente l'importo pignorato oltre agli accessori ed alle spese valutati dall'Avvocatura erariale e provvede al pagamento della differenza, con versamento nel conto corrente postale dell'ente.

Hotel Riccione Pensione Completa, Curriculum Architetto Pdf, Che Cos'è Il Fair Play, Luca Laurenti Malattia 2020, Canale 5 Domenica Pomeriggio, El Topo Traduzione,